TLC: OPEN FIBER, A GENOVA PARTITA LA COMMERCIALIZZAZIONE DELLA FIBRA ULTRAVELOCE

Benvenuto in Open Fiber

Pubblicato il 08-08-2017

Il servizio già disponibile per circa 21mila unità immobiliari. Fibra ottica ad altissime prestazioni

GENOVA, 8 agosto 2017 – Da oggi a Genova è possibile accedere alla fibra ultraveloce di Open Fiber in circa 21mila unità immobiliari. Si tratta di case, imprese e uffici già cablati, quindi dove la rete della società è già arrivata ed è commercializzata dalle aziende partner, Wind Tre e Vodafone.

Open Fiber, partecipata al 50% da Enel e al 50% da Cassa Depositi e Prestiti e guidata da Tommaso Pompei, sta cablando il capoluogo ligure con la modalità Fiber to the Home (FTTH), portando quindi direttamente a casa una infrastruttura che supporta velocità di connessione di 1 Gbps (fino a 1 Gigabit al secondo)consentendo così il massimo delle performance. Prestazioni non raggiungibili con le reti in rame (ADSL) o fibra/rame (FTTC).

Per la costruzione della rete a Genova, Open Fiber sta investendo direttamente circa 60 milioni di euro per cablare in maniera capillare la città e potenziare lo sviluppo della Smart City anche a supporto di infrastrutture cruciali.

Una delle prime aree interessate dall’intervento è il porto: il servizio servira' non solo all'operatore logistico che sulla banchina deve avere un terminale wi-fi e possa vedere se la nave sta entrando o uscendo e quanto e' carica, ma consentira' anche l'arrivo in connessione con il territorio urbano, con gli interporti da cui partono e arrivano le merci per essere caricate, l'arrivo dei flussi dei passeggeri, la copertura wi fi dei piazzali degli imbarchi, importante soprattutto in estate.

Open Fiber ha cablato la metropolitana, sta connettendo i sistemi di illuminazione pubblica, e intende investire altri 40 milioni di euro nel 2018 per iniziare i lavori in altre cinque città liguri: La Spezia, Savona, Sanremo, Imperia, Chiavari.

Genova è tra le prime 10 città selezionate da Open Fiber per realizzare la sua mission in Italia: costruire una infrastruttura che unisca il Paese, consentendo agli italiani di viaggiare tutti alla stessa velocità di connessione, godendo di servizi più efficienti ed accessibili a tutti. La rete interamente in fibra ottica di Open Fiber, infatti, è un bene primario che sta accelerando il processo di digitalizzazione del Paese, semplificando e migliorando le relazioni fra cittadini e Pubblica Amministrazione, fra studenti, scuole e università aumentando la produttività e la competitività delle imprese.

 E’ possibile controllare l’avanzamento delle attività e la presenza della fibra ottica di Open Fiber nel proprio quartiere consultando il sito openfiber.it.

NOTA
Open Fiber è una società compartecipata da Enel e Cassa Depositi e Prestiti, ha acquisito nel 2016Metroweb (azienda già attiva su Genova per la realizzazione di una infrastruttura in fibra ottica), e mira a garantire la copertura delle maggiori città italiane nonché il collegamento delle aree industriali con l’obiettivo di realizzare una rete a banda ultra larga quanto più pervasiva ed efficiente possibile; esattamente ciò che serve a favorire il recupero di competitività del "sistema paese" e, in particolare, l'evoluzione verso "industria 4.0". Una rete capillare in grado di fornire servizi e funzionalità sempre più avanzati per cittadini, imprese e pubblica amministrazione.

Open Fiber è un operatore wholesale only, non vende servizi in fibra ottica direttamente al cliente finale, ma è attivo esclusivamente nel mercato all’ingrosso, offrendo l’accesso a tutti gli operatori di mercato interessati.

TLC: OPEN FIBER, A GENOVA PARTITA LA COMMERCIALIZZAZIONE DELLA FIBRA ULTRAVELOCE