Ecco come la fibra ottica arriva fino a casa tua

30/08/2019


Un giorno come tanti altri, nell’appartamento della Famiglia Bianchi, Giulio sta per stabilire un nuovo record a Fortnite. Nella stanza accanto, la sorella, sta per scoprire se il Professore riuscirà a rapinare la zecca di Madrid. Nel frattempo, su un tablet, la mamma è in videochiamata con un cliente di Singapore. La velocità di connessione comincerà a rallentare? Non con la rete FTTH di Open Fiber.

La connessione in FTTH (Fiber to the Home), in cui il collegamento dalla centrale di trasmissione al tuo modem è interamente in fibra ottica, è attualmente la tecnologia più performante in circolazione. Ma in che modo la banda ultra larga di Open Fiber arriva fino a casa tua?

Dall’idea alla realizzazione: ecco come la rete prende forma

Tutto comincia intorno a un tavolo d’ufficio: il primo passo per portare la fibra ottica in una nuova città è stabilire un accordo con il Comune. Insieme ai responsabili amministrativi viene discusso il progetto, dalla realizzazione, alla gestione e manutenzione della rete. Ma per raggiungere il cuore di una città bisogna conoscerla, ed è per questo che, una volta approvato il progetto, siamo pronti per effettuare i sopralluoghi. Durante la nostra ricerca, controlliamo diversi aspetti, primo tra tutti la presenza di aree con infrastrutture già esistenti che possono essere riutilizzate, al fine di ridurre al minimo l’impatto ambientale dei cantieri, per una connessione non solo più veloce, ma anche più green.

È in questa fase che viene finalmente scritta la nuova storia della città.

Il momento della messa in opera dei cantieri è quello più entusiasmante. Passo dopo passo la rete prende forma con la messa a terra della fibra ottica, la posa dell’armadio stradale e dei vari punti di terminazione (edifici, singole abitazioni, imprese). Il momento in cui non manchiamo di prenderci cura degli abitanti e dell’ambiente. Per realizzare i lavori cerchiamo sempre la soluzione più ecosostenibile, a minor impatto ambientale, come la minitrincea ridotta. Questa tecnica è la soluzione che preferiamo, dove gli scavi hanno una larghezza di 10 centimetri e i detriti vengono aspirati. Possiamo anche ricorrere a tecniche di posa aerea che non richiedono scavi. Una volta che la fibra è stata posizionata e lo scavo riempito, pensiamo noi anche al ripristino del manto stradale. Sotto le vie della città gli impulsi luminosi della fibra ottica stanno finalmente correndo, nascosti agli occhi degli abitanti ma pronti a raggiungerli fino a casa.

Siamo a casa!

A questo punto tutto è pronto per cominciare. Collegati al pc e sfida Giulio ad una partita a Fortnite, oppure mettiti comodo sul divano davanti alla smart tv per goderti d’un fiato la tua serie preferita. Decidi tu in che modo sfruttare le potenzialità della banda ultra larga. Da adesso in poi, la tua esperienza online sarà veloce, affidabile e sempre più efficiente.