Lazio e Sicilia, qui i primi cantieri della Seconda Gara Infratel

Benvenuto in Open Fiber

Pubblicato il 02-05-2018

Inaugurati i primi cantieri Open Fiber nelle aree bianche del Lazio e della Sicilia.  Nove i comuni interessanti nelle due Regioni del Secondo bando Infratel, di cui quattro nel Lazio e cinque in Sicilia.


Di seguito il dettaglio dei primi comuni laziali, tutti nella provincia di Frosinone, e i relativi piani di copertura:




  • San Vittore del Lazio (FR) - 1.112 unità immobiliari

  • San Giorgio a Liri (FR) - 1.740 unità immobiliari

  • Sant'Andrea del Garigliano (FR) - 629 unità immobiliari

  • Torrice (FR) -  1.021 unità immobiliari


In Sicilia i cantieri sono stati aperti in quattro comuni del messinese e uno nella provincia di Catania, proprio alle pendici dell’Etna:




  • Trecastagni (CT) - 369 unità immobiliari

  • Oliveri (ME) - 2.414 unità immobiliari

  • Gallodoro (ME) – 405 unità immobiliari

  • Torrenova (ME) - 2.972 unità immobiliari

  • Terme Vigliatore (ME) - 5.641 unità immobiliari


Una connessione ultraveloce, stabile e di qualità non è infatti prerogativa solo delle grandi città, ma un’opportunità di crescita e sviluppo che il Progetto BUL Infratel intende assicurare anche ai piccoli comuni di tutta Italia.


Un progetto d’enorme portata che sta prendendo progressivamente velocità e produrrà importanti risultati già nel corso di quest'anno, rendendo la banda ultra larga Open Fiber accessibile a cittadini, imprese e turisti.


I lavori Open Fiber procederanno utilizzando - ove possibile - cavidotti e infrastrutture di rete sotterranee già esistenti per limitare al minimo l’impatto degli scavi e gli eventuali disagi per le comunità. Gli scavi, inoltre, verranno effettuati privilegiando modalità innovative sostenibili e a basso impatto ambientale.