Open Fiber forma giovani talenti a Scampia, al via l'alternanza scuola-lavoro

Rebernik (Direttore Personale e Organizzazione): "Proficuo scambio di esperienze. Con le eccellenze del Paese, il nostro è un progetto di contaminazione reciproca" 

Un progetto di contaminazione reciproca. Perché Open Fiber punta all’eccellenza e il suo sguardo rivolto al futuro si posa proprio lì dove nascono le eccellenze del Paese. Come l’Istituto tecnico industriale “Galileo Ferraris” di Scampia, una scuola all’avanguardia con oltre duemila studenti, fiore all’occhiello di un territorio troppo spesso vittima del pregiudizio. All’interno dell’Iti di via Labriola è stato presentato il progetto di alternanza scuola-lavoro che vede in campo Open Fiber ed Elis col patrocinio della Municipalità VIII di Napoli, un programma formativo rivolto agli studenti del quarto anno che seguono il corso di studi d’informatica con indirizzo telecomunicazioni. Al termine delle attività svolte accanto ai “maestri di mestiere” di Open Fiber, gli studenti più meritevoli avranno l’opportunità di seguire uno stage in azienda. L’intera classe avrà invece modo di visitare la “mente” della rete nazionale in fibra ottica, cioè il Services Operations Center nella sede OF di Roma.

“L’alternanza scuola-lavoro è un programma di contaminazione reciproca - ha detto Ivan Rebernik, direttore personale e organizzazione di Open Fiber, nel corso della presentazione -. Noi siamo un’azienda vocata all’eccellenza che è cresciuta velocemente diventando una realtà importante che sta cablando il Paese con un progetto in cui abbiamo investito oltre 6 miliardi di euro. Siamo un progetto Paese e di conseguenza dobbiamo e vogliamo scambiare le nostre esperienze e opzioni verso il futuro con le eccellenze di cui l’Italia dispone e questa scuola rappresenta senza dubbio un’espressione di eccellenza formativa. Noi vogliamo contaminarci con questi ragazzi”.

Insieme al direttore personale e organizzazione Ivan Rebernik, alla manifestazione hanno preso parte: Saverio Petitti, dirigente scolastico dell’Iti “Ferraris”; Federico Ceccarini, referente per l’alternanza del “Ferraris”; Apostolos Paipais, presidente della VIII Municipalità di Napoli; Rosanna Bibbò, referente di “Alleanza per l’alternanza” di Elis; Paola Sergio e Fabio Melia, i due “maestri di mestiere” provenienti rispettivamente dalle aree gestione operativa e comunicazione di Open Fiber.

Il programma di alternanza scuola-lavoro di Open Fiber coinvolge quest’anno tutta la Penisola: oltre al “Ferraris” di Napoli, il progetto vede protagonisti anche l’Istituto tecnico industriale “Guglielmo Marconi” di Catania, l’Istituto d’istruzione superiore secondaria-Liceo scientifico “John Von Neumann” di Roma e l’Istituto tecnico tecnologico-Liceo scientifico “Ettore Molinari” di Milano