18 Maggio 2021

La società collegherà oltre 11mila case della città con un investimento di 4 milioni di euro

Cernusco sul Naviglio, 18 maggio 2021 – La rete a banda ultra larga di Open Fiber si estende anche a Cernusco sul Naviglio, importante cittadina del comprensorio della Martesana situata a nord est di Milano, che potrà così beneficiare di servizi innovativi e all’avanguardia. La società guidata da Elisabetta Ripa investirà nella città 4 milioni di euro per collegare, attraverso un’infrastruttura in modalità FTTH (Fiber To The Home, fibra fino a casa), fino a 11mila mila unità immobiliari.

Gli interventi di Open Fiber partiranno, entro la prossima estate, dalla zona nord est della città, dove verrà installato anche il POP (Point of Presence), ossia la centrale che accenderà la rete di tutto il territorio urbano, e dureranno al massimo 18 mesi. La convenzione siglata da Open Fiber con il Comune di Cernusco sul Naviglio stabilisce le modalità di scavo e ripristino per la posa della fibra, come previsto dal decreto ministeriale del 2013. Circa il 60% dell’opera (che si sviluppa per 80 chilometri) sarà eseguito mediante il riutilizzo di cavidotti e reti sotterranee o aeree già esistenti, mentre gli scavi saranno effettuati privilegiando modalità innovative e a basso impatto ambientale.

“Sulla strada che stiamo percorrendo nel progettare la nostra città in questo tempo di ripartenza – ha dichiarato il Sindaco, Ermanno Zacchetti – prosegue l’azione per consegnare ai cittadini di Cernusco sul Naviglio infrastrutture all’avanguardia per lavorare, studiare e non limitare la voglia di essere protagonisti. Con questo investimento da parte di Open Fiber non solo viene rafforzata la connessione digitale ma viene anche garantita la libertà di scelta dell’operatore a cui affidarsi. Inoltre, l’accordo tra Comune e Open Fiber prevede la realizzazione a carico di quest’ultimo dei collegamenti della rete a banda ultra larga anche per gli immobili, le scuole e tutte le sedi comunali presenti nel perimetro di sviluppo del piano, così da garantire lo sviluppo e l’offerta di attività e servizi innovativi. Autostrade digitali capaci di rendere più veloci connessioni e collegamenti per famiglie, studenti e imprese: è la risposta alla domanda di evoluzione digitale che insieme al processo di transizione ambientale e ad una rinnovata voglia di qualità sociale, rappresenta il nostro sguardo di fiducia verso il futuro e rafforza l’immagine di Cernusco sul Naviglio come città attrattiva e dinamica”.

“Questo progetto di infrastruttura in fibra ottica– sottolinea Antonio Chiesa, Regional Manager di Open Fiber – permetterà ai cittadini di Cernusco un cambio di passo importante grazie a una rete a prova di futuro. Ci troviamo in un importante territorio dell’hinterland milanese dove la banda ultra larga di Open Fiber abiliterà servizi oramai 

indispensabili come lo smart working, la didattica a distanza, ma anche il cloud computing, lo streaming online e in 4K, esponenzialmente cresciuti in questi mesi di emergenza Covid-19, garantendo una connessione sicura, ultraveloce e a bassa latenza.”

Il cantiere in partenza nella cittadina rafforza maggiormente il ruolo di Open Fiber in Lombardia e, nello specifico, nell’area metropolitana di Milano, dove la società sta già investendo oltre 90 milioni di euro per un totale di quasi 300mila unità immobiliari già collegate alla rete in fibra ottica. 

Open Fiber è un operatore wholesale only, non vende servizi in fibra ottica direttamente al cliente finale, ma è attivo esclusivamente nel mercato all’ingrosso, offrendo l’accesso a tutti gli operatori di mercato suoi partner. I cittadini di Cernusco sul Naviglio che vorranno richiedere l’attivazione, una volta aperta la vendibilità dei servizi FTTH in città,  potranno collegarsi al sito della società (www.openfiber.it/), verificare la copertura del proprio civico e scegliere l’operatore e il piano tariffario preferito per poi cominciare a navigare sul web.

Cerca un comunicato stampa