21 Maggio 2021

Siglata convenzione col Comune per regolare le modalità dell’intervento tecnologico
In 18 mesi città digitalizzata grazie a 10mila chilometri di cavi in fibra ottica

Martina Franca (Taranto), 21 maggio 2021 – Il futuro digitale è in arrivo sul versante meridionale della Murgia pugliese. A Martina Franca sono infatti sulla rampa di lancio i lavori di Open Fiber per la realizzazione di una rete di telecomunicazioni interamente in fibra ottica, una infrastruttura all’avanguardia capace di assicurare a cittadini e imprese accesso al web a prestazioni inedite. La rete d’ultima generazione targata Open Fiber è realizzata in modalità FTTH (Fiber To The Home, cioè la fibra ottica fin dentro casa) l’unica in grado di restituire velocità di connessione fino a 1 Gigabit al secondo e latenza inferiore ai 5 millisecondi. L’avvio dei cantieri segue la convenzione stipulata tra l’amministrazione comunale e l’azienda, patto finalizzato a regolare le modalità dell’intervento d’innovazione tecnologica.  

La società guidata dall’amministratore delegato Elisabetta Ripa ha pianificato nella città pugliese un investimento di circa 6 milioni di euro, fondi propri necessari al cablaggio di 16mila unità immobiliari. A suggellare l’accordo il sindaco Francesco Ancona insieme agli esponenti di Open Fiber Ugo Falgarini (regional manager Puglia), Dorotea Lo Greco (Affari Istituzionali Area Sud) e Cosimo Bianco (field manager e responsabile dei lavori di cablaggio in città).

Il progetto delineato per Martina Franca, con la finalità di limitare il più possibile l’impatto e gli eventuali disagi per la comunità, prevede il riuso di infrastrutture già esistenti. Come nei cantieri aperti in tutta Italia, gli scavi saranno comunque effettuati privilegiando metodologie innovative e a basso impatto ambientale Complessivamente verranno stesi 10mila chilometri di cavi in fibra ottica, con conclusione dei lavori prevista entro 18 mesi.

L’esperienza dell’ultimo anno ci ha mostrato come sia vitale, per i cittadini, disporre di connessioni veloci per continuare a lavorare e formarsi. Questo impostante investimento si coniuga con la nostra visione di Città. Un territorio che offre la possibilità di vivere straordinarie esperienze a contatto con il paesaggio, con la cultura ma che al tempo stesso consente connessioni veloci con il resto del mondo” dichiara il Sindaco Francesco Ancona.

Siamo soddisfatti che nel progetto vi sia anche la previsione del cablaggio in forma gratuita di trenta immobili comunali tra cui le scuole della Città di Martina Franca. Questo significa servizi al passo con i tempi e risparmio per le casse comunali e quindi per i cittadini” aggiunge l’Assessore all’Innovazione Valentina Lenoci.

“Una rete a banda ultralarga interamente in fibra ottica – evidenzia Dorotea Lo Greco, Affari Istituzionali Area Sud di Open Fiber – permette di abilitare servizi che vanno a beneficio dell’intera collettività: smart working, telemedicina, educazione a distanza, Industria 4.0, videosorveglianza, domotica e tanto altro ancora da inventare. Non a caso, le infrastrutture digitali in modalità FTTH sono definite “a prova di futuro” poiché in grado di supportare le successive evoluzioni tecnologiche. La pandemia ha poi dimostrato l’importanza di un accesso sempre più diffuso a reti telematiche ad altissima capacità di ultima generazione”. Open Fiber è un operatore wholesale only e non vende servizi in fibra ottica direttamente agli utenti finali: alla rete possono così accedere tutti gli operatori telefonici o Internet service provider interessati. Già nei prossimi mesi i cittadini di Martina Franca potranno usufruire della banda ultralarga: una volta aperta la vendibilità dei servizi, gli interessati non dovranno far altro che verificare la copertura del proprio indirizzo sul sito openfiber.it, contattare uno degli operatori disponibili per scegliere il piano tariffario preferito e iniziare a navigare ad alta velocità.

Cerca un comunicato stampa