Fiber woman - azienda vitivinicola
Fiber Women
22 Gennaio 2021

Nella prima puntata di Fiber Women, l’incontro tra un’azienda vitivinicola marchigiana e la rete ultraveloce di Open Fiber.

I piccoli borghi rappresentano il 69% dei Comuni italiani e oggi, anche grazie all’ausilio della tecnologia, offrono l’opportunità di valorizzare il territorio facendo impresa. Open Fiber, con Il progetto Fiber Women, racconta le numerose realtà imprenditoriali dei piccoli centri, virtuose e connesse alla banda ultra larga come l’azienda vitivinicola Centanni.

Fiber Women: la parola a IlarySgrill

Mi presento, sono IlarySgrill e chi mi conosce sa quanto adoro parlare di imprese italiane che promuovono una cultura del lavoro e della vita sana. Per questo, quando Open Fiber mi ha proposto di partecipare al progetto Fiber Women, ho accettato di buon grado.

È così che ho intrapreso il mio cammino verso Montefiore dell’Aso, un piccolo borgo in provincia di Ascoli Piceno, nelle Marche. Ed è proprio qui che ho incontrato Elisa Centanni.

Da più di 50 anni, l’azienda di famiglia di Elisa produce un ottimo vino, grazie alla cura dei vigneti che crescono intorno alla cantina.

Centanni: un’azienda digitale

Durante la mia visita presso le cantine, Elisa, terza generazione a portare avanti l’azienda, mi ha raccontato l’evoluzione che l’impresa ha avuto in questi ultimi anni e di come i consumatori siano cambiati nel corso del tempo, modificando i propri comportamenti d’acquisto.

Da qui, la necessità di essere rintracciabili online, sul web e sui social network, per raggiungere clienti, fornitori e ristoratori nel minor tempo possibile.

Il cablaggio del Comune di Montefiore dell’Aso con la connessione a banda ultra larga di Open Fiber, ha cambiato l’approccio al mercato di numerose aziende. Questo ha permesso alla cantina Centanni di farsi conoscere anche all’estero.

Ma non solo! Elisa mi racconta, sorridendo, di come anche in casa, in famiglia – con due figlie adolescenti – sia sempre più necessario avere connessioni veloci che consentano di collegare più device – sia per la Didattica A Distanza che per vedere un film in streaming senza blocchi.

I piccoli Comuni e la fibra ottica

Prima dell’avvento della Banda Ultra Larga, abbandonare le proprie radici a causa del digital divide era una scelta necessaria. Oggi, grazie alla connessione interamente in fibra ottica non più.

Immaginare la mia vita in casa, dove lavoro, senza una rete ultraveloce sembra quasi impossibile.

L’esperienza di Elisa ci permette di guardare al futuro con grande fiducia: il progetto di Open Fiber di cablare i Piccoli Comuni continua!

Ilaria Barbotti per Open Fiber

Cerca news