123  / 124




Autostrade digitali
28 Marzo 2017
Home > Il mondo Open Fiber > News > La fibra ottica di Open Fiber arriva a M...

La città dei Sassi potrà usufruire di una rete ultraveloce accedendo a una serie di servizi innovativi d’avanguardia, grazie all’accordo sottoscritto dal comune di Matera con Open Fiber.

Il sindaco Raffaello Giulio De Ruggieri e il direttore Network & Operations di Open Fiber Stefano Paggi hanno firmato un’intesa che prevede il cablaggio dell’intero territorio comunale con tecnologia FTTH (Fiber to the home) entro dicembre 2018, per circa 19.000 unità immobiliari raggiunte.

La digitalizzazione della città abiliterà la diffusione di tecnologie innovative più efficienti, preparando così Matera all’importante appuntamento internazionale del 2019 che la vedrà Capitale europea della Cultura.

La fibra ottica entro l’estate 2018

Il piando di sviluppo prevede la copertura del 50% degli edifici entro luglio 2018 e del 70% entro dicembre 2018.

La fibra ottica verrà portata fino ad appartamenti e uffici in modalità Fiber to the Home (FTTH), in grado di supportare fino a 1 Gbps di velocità di trasmissione, sia in download che in upload.

In totale, Open Fiber realizzerà 144 km di rete interrata e 31 km di rete aerea, raggiungendo circa 19 mila unità immobiliari.

L’investimento per la realizzazione della rete a banda ultra larga per la città di Matera è di circa 7 milioni di euro, con un risvolto occupazionale considerevole, stimato in circa 1000 lavoratori, tra tecnici e operai.

“Per Matera 2019 mi permetto di citare tre parole che riassumono il nostro progetto. Sono ‘capillare’ nel senso che copriremo il territorio senza lasciar nessuno fuori; ‘futuro’ con una rete ex novo come il Ftth e ‘aperta’ riferita al fatto che abbiamo per la prima volta un progetto infrastrutturale nuovo”, ha dichiarato Paggi.

“Open Fiber con questo investimento porta nella nostra città una luce vera e ferocemente innovativa. E questa è la cultura del fare per Matera 2019, che consentirà di collegarci alla periferia del mondo e viceversa”, il commento del sindaco De Ruggieri.

L’accordo consente anche di rendere più snello il processo autorizzativo e, laddove possibile, di riutilizzare, per il passaggio della fibra ottica, le infrastrutture già esistenti nel territorio comunale, come ad esempio le reti di acqua e gas dismesse, oltre, ovviamente, alle esistenti infrastrutture elettriche.

Oltre che la realizzazione, Open Fiber assicurerà anche la gestione e la manutenzione della nuova infrastruttura.

Cerca news