20  / 125




Tecnologia e innovazione
26 Agosto 2019
Home > Il mondo Open Fiber > News > I vantaggi della fibra ottica per gli en...

Dalle carte d’identità alle cartelle cliniche, il futuro è elettronico. È per questo che i piani di sviluppo attuali per ogni paese prevendono l’implementazione di una rete per l’internet superveloce. La domanda di fibra ottica in Italia è in crescita e le diverse misure per la sua capillarizzazione ci vedono coinvolti in prima linea. Questa necessità di connessioni sempre più stabili e performanti procede di pari passo con il diffondersi della community digitale a livello globale, eppure nelle Pubbliche Amministrazioni sembra andare un po’ a rilento. In particolare a livello locale, le richieste d’erogazione di servizi online da parte degli utenti è sempre più alta, ma pochi sono gli Enti che li forniscono.

Un’indagine ISTAT pubblicata alla fine del 2017 dalla CGIA di Mestre ci spinge ad una riflessione. Nell’analisi, la percentuale di Comuni in grado di erogare e gestire un servizio online dalla richiesta fino al completamento era di poco inferiore al 34%. Se reperire modulistica sul web è pratica semplice e diffusa già da diverso tempo, l’interazione online con i Comuni e le Amministrazioni non può limitarsi a questo. L’obiettivo da raggiungere è far diventare norma le procedure telematiche.

Tuttavia ci sono segnali positivi: sempre più realtà a livello locale richiedono l’attivazione della banda ultra larga per il miglioramento dei servizi agli utenti e la velocizzazione del lavoro. È per questo che noi di Open Fiber ci stiamo impegnando per portare la rete in fibra ottica in ogni angolo del Paese.

Velocità, efficienza e vantaggi a lungo termine grazie alla fibra ottica

Ma in che modo gli enti locali potrebbero beneficiare della connessione in fibra ottica? I vantaggi principali sono due. Il primo, di natura logistica, è la capacità di venire incontro alle sempre crescenti richieste di banda necessari per la fornitura degli stessi servizi. Il secondo, e forse più importante, è la possibilità di offrirli in maniera più efficiente.

Proviamo a immaginare quanto sarebbe più comodo ottenere un’autorizzazione per effettuare dei lavori edilizi in casa propria senza dover mettersi in fila o chiedere permessi al lavoro. L’erogazione di servizi come questo per via telematica potrebbe snellire le procedure rendendo più facile sia la vita dei cittadini che quella degli operatori addetti al servizio. Ma, se in questi casi i vantaggi sono soprattutto burocratici e si concretizzano in una maggiore comodità per gli utenti, in altri avranno un impatto molto più a lungo termine sulle loro vite.

Pensiamo soltanto alle possibilità che si aprirebbero per le scuole. Una connessione a banda ultra larga permette di utilizzare internet a scopo educativo e accedere a possibilità didattiche all’avanguardia anche nelle scuole con carenza di attrezzature. Manca il laboratorio di scienze? Si può guardare un programma dedicato. C’è bisogno di esercitarsi con le lingue straniere? Ci si collega a un podcast specifico. Dove non arrivano le strutture, arriva il web.

Un altro settore che può usufruire di questi benefici è quello sanitario, che si sta già muovendo in questa direzione. Le cartelle cliniche telematiche permetteranno ai cittadini di accedere rapidamente e da qualunque luogo alle proprie informazioni e alla storia sanitaria. In questo modo si eviterà di smarrire documenti importanti e si faciliterà il lavoro ai medici curanti.

I vantaggi economici

Tutti gli scenari elencati in precedenza comporteranno anche vantaggi economici non indifferenti, considerati i minimi costi richiesti per la loro attuazione. Per le PA, infatti, non sarebbe necessario dotarsi di computer o attivare un collegamento a internet. Gli enti pubblici allo stato attuale dispongono già degli strumenti per accedere alla rete e Internet è una parte talmente integrante della vita quotidiana che chiunque è in grado di utilizzarlo. Di conseguenza l’unica azione necessaria per migliorare la telematizzazione e snellire i flussi di gestione delle pratiche sarebbe semplicemente l’attivazione del collegamento alla rete a banda ultra larga. L’implementazione stessa della connessione FTTH potrebbe, infatti, essere un incentivo al potenziamento dei servizi online. Come spesso accade, bisogna creare un circolo virtuoso per fare in modo che le cose possano migliorare in maniera quasi automatica.

In conclusione, gli Enti Locali potrebbero fornire servizi sempre più efficienti ed avanzati, grazie alle innumerevoli possibilità offerte dalla fibra ottica. Quello che noi di Open Fiber vogliamo ottenere è metterli in condizione di poterlo fare. Nel miglior modo possibile e con una rete all’avanguardia.

 

Cerca news