2  / 4




Scoprite la favola di Chiara nel terzo episodio di Urban Tales, ambientato nella suggestiva Bari!

In una città ricca di storie da raccontare, a Chiara serviva più spazio per poterle ricordare.

Poi, all’improvviso, arrivò il cambiamento…
Cielo, terra e mare: benvenuti a Bari per Smemory Girl, il terzo episodio di UrbanTales.
Guarda la nostra favola urbana e scopri come Open Fiber sta cambiando il capoluogo pugliese.

Bari, porta d’Oriente ultraveloce

Intervista ad Giovanni Cassano, City Manager di Bari

Una città, mille anime e un Giga al secondo per connetterle. Bari, porta d’Oriente e crogiuolo di culture millenarie, da sempre abituate ad interfacciarsi con il mondo.
Autostrade, porto, interporto e aeroporto: il capoluogo pugliese è una città iperconnessa per cielo, terra e mare. A questa ragnatela, Open Fiber sta aggiungendo un’altra infrastruttura. Meno visibile, ma altrettanto fondamentale. Un’autostrada digitale a prova di futuro. Ne abbiamo parlato con Giovanni Cassano, che a Bari riveste il ruolo di City Manager Open Fiber.

All’inizio siamo stati guardati con diffidenza: un nuovo arrivato che aveva bisogno di scavare solchi tra le vie di una città, per realizzare un progetto non ancora così conosciuto. Ma quando gli abitanti hanno preso consapevolezza dei nostri obiettivi e dei vantaggi che ne sarebbero seguiti, la diffidenza si è trasformata in fiducia, fino a diventare collaborazione. Una infrastruttura Fiber To The Home ha i suoi momenti di invasività: i baresi capito in fretta le tempistiche necessarie. E ora iniziano a toccare con mano il cambiamento.

Dal punto di vista morfologico, Bari è la città ideale per il nostro progetto. Lineare, pochissime alture e possibilità di procedere spediti. Abbiamo iniziato a cablare la città a fine 2016: a settembre 2017 avevamo già raggiunto il 50% delle unità immobiliari previste e contiamo di raggiungere – come da programma – l’80% già entro settembre 2018.

Bari per Open Fiber è un continuo work in progress: da un lato lavoriamo a spron battuto, dall’altro dialoghiamo costantemente con l’amministrazione. Sia per tenere informata la giunta dell’avanzamento dei lavori – e di riflesso la cittadinanza – sia per concordare man mano i nuovi obiettivi. Ci sono circa 50 edifici di proprietà dell’Amministrazione Comunale: ci piacerebbe poterli cablare tutti. Ed abilitare al più presto tutti i servizi che una connessione ultraveloce può fornire ad abitazioni private, uffici pubblici, scuole e ospedali.

Sono molti i commercianti che hanno scelto la connessione FTTH sottoscrivendo un contratto con uno dei nostri operatori partner. Prestiamo massima attenzione ai loro feedback, e il quadro che ci stanno restituendo è più che soddisfacente: siamo sulla giusta strada.
La fibra ottica Open Fiber darà il suo contributo anche ad un progetto di grande suggestione: la riqualificazione dell’ex Manifattura Tabacchi.
L’ex Manifattura Tabacchi è un edificio centenario della città, al quale Bari è legata storicamente e sentimentalmente. Grazie al progetto di riqualificazione del Quartiere Libertà, l’ex Manifattura diventerà un presidio di scienza e legalità: all’interno della struttura sorgeranno, tra le altre realtà, un enorme campus del CNR e una stazione dei carabinieri. Entrambe saranno cablate in modalità Fiber To The Home: daremo una marcia in più a ricercatori e forze dell’ordine.

All’inizio solo i più smanettoni capivano quale fosse la differenza in termini tecnici e di prestazioni tra il rame e la fibra fino a casa. Ora si stanno rendendo conto tutti di come una connessione fino a 1 Gigabit al secondo sia un mondo totalmente diverso rispetto agli impianti misti fibra/rame.

Il progetto attuale dovrebbe essere ultimato entro la primavera del 2019. Non ci basta: è già in valutazione una estensione del cablaggio alle aree della città inizialmente non comprese nel piano di copertura e anche all’hinterland verso Nord. Quando si tocca con mano il futuro, tutti vogliono farne parte.