Il piano, attuato da InfratelInfratel Infratel Italia S.p.A. è una società in-house del Ministero dello Sviluppo Economico ed è il soggetto attuatore dei Piani Banda Larga e Ultra Larga del Governo. Per maggiori informazioni visita il sito www.infratelitalia.it, società in-house del Ministero dello Sviluppo Economico (MISE), promuove la realizzazione e l’integrazione delle infrastrutture per la fruizione dei servizi internetInternet La parola nasce dalla fusione dei termini inglesi International e Net, ossia rete internazionale. Con questo termine si indica la rete informatica mondiale alla quale gli utenti di tutto il mondo possono accedere mediante un calcolatore (o computer) per trasmettere e condividere dati e informazioni. a Banda Ultra Larga nelle aree a bassa densità di popolazione, dette anche Aree BiancheAree Bianche Si definiscono Aree Bianche le zone in cui gli Operatori privati non hanno ritenuto conveniente investire e quindi prive di infrastrutture a banda larga ed ultralarga.

In qualità di società attuatrice dei Piani Banda LargaBanda Larga La locuzione banda larga (in lingua inglese broadband), nel campo delle telecomunicazioni, indica generalmente la trasmissione e ricezione di dati informativi ad una velocità di connessione superiore a 144 kb/s. La banda larga organizza diversi canali, veicolando contenuti differenti sotto forma di dati, come internet radio, animazioni, file audio e video in alta definizione. e Ultra Larga del Governo, Infratel ha indetto tre bandi per l’esecuzione dei suddetti lavori che Open Fiber si è aggiudicata.

Open Fiber è attiva esclusivamente nel mercato all’ingrosso (wholesaleWholesale Letteralmente “all’ingrosso”. Open Fiber è un operatore “wholesale only”, ovvero opera esclusivamente nel mercato all’ingrosso, offrendo l’accesso a condizioni eque e non discriminatorie a tutti gli Operatori di mercato interessati.), e affida la distribuzione dei servizi ai nostri Partner, rappresentati dagli Operatori di telecomunicazione italiani ed esteri che saranno responsabili di vendere la connessione all’utente finale.

I Bandi prevedono la progettazione, la realizzazione, la gestione e la manutenzione in modalità wholesale dell’infrastruttura di reteRete Nel linguaggio informatico il termine rete definisce un insieme di dispositivi hardware e software che, collegati tra loro, permettono lo scambio e la condivisione di risorse, dati o informazioni. In una rete di computer i dispositivi che generano, instradano e terminano i dati sono chiamati nodi della rete. di accesso sia passiva che attiva, per le unità immobiliari presenti nelle Aree Bianche (Cluster C&D).

Scarica la lista completa dei Comuni dei Bandi Infratel

Il Piano “Italia a 1 Giga”(1), finanziamento a valere su: PNRR M1 C2 I3 “Reti ultraveloci”, ha come obiettivo quello di promuovere investimenti per la costruzione di una rete a banda ultra larga che consenta di garantire a tutti gli utenti una velocità di connessione in linea con gli obiettivi europei della GigabitGigabit Il Gigabit è l’unità di misura che rappresenta un miliardo di bit e viene abbreviata con la sigla Gbit o Gb. Questa unità di misura è spesso utilizzata, assieme al megabit ed al kilobit, in rapporto al tempo (in secondi) per il calcolo della velocità di trasmissione di segnali digitali, usata soprattutto per calcolare la velocità di un dato in download. Al giorno d’oggi, il Gbit/s è una unità di misura molto usata per indicare la velocità di trasmissione dati nelle reti informatiche. society e del Digital Compass.

Il Bando prevede l’assegnazione di contributi pari fino a 3.7 miliardi di Euro su 15 Lotti (per 6,8 milioni di civici)(2). Infrastrutture e Telecomunicazioni per l’Italia S.p.A. (“Infratel Italia”), società con socio unico l’Agenzia nazionale per l’Attrazione degli Investimenti e lo Sviluppo d’Impresa S.p.A. ha indetto una procedura di selezione per la realizzazione di nuove infrastrutture di telecomunicazioni in grado di erogare servizi con velocità attesa nelle ore di picco del traffico di almeno 1 Gbit/s in downloadDownload Azione di scaricare o prelevare dei dati dalla rete. e 200 Mbit/s in uploadUpload Caricare dati in rete.. Open Fiber si è aggiudicata 8 lotti (3) per la realizzazione del progetto Piano “Italia a 1 Giga”.

L’Azienda è attiva esclusivamente nel mercato all’ingrosso (wholesale): affidiamo la distribuzione dei servizi ai nostri Operatori Partner, responsabili della distribuzione di soluzioni commerciali all’utente finale.

Programmazione trimestrale

 

1. Progetti di investimento per la realizzazione, mediante concessione di contributi pubblici, di nuove infrastrutture di telecomunicazioni e relativi apparati di accesso in grado di erogare servizi con capacità di almeno 1 Gbit/s in download e 200 Mbit/s in upload
2. Il contributo pubblico coprirà fino al 70% delle spese sostenute mentre una quota non inferiore al 30% rimarrà a carico del beneficiario
3. Gli 8 lotti includono le seguenti regioni: Puglia, Toscana, Lazio, Sicilia, Emilia Romagna, Campania, Friuli-Venezia Giulia, Veneto e Lombardia

Mappa del piano copertura

Consulta →

Lista cantieri

Scarica il documento per visualizzare la lista di tutti i cantieri dallo Stato Cantiere Aperto in poi sia FTTHFTTH "Fiber to the Home" è la tecnologia che collega i POP, siti nelle centrali, alle unità immobiliari degli utenti finali con la fibra ottica. che FWAFWA Noto anche come "Wireless Local Loop" (WLL), l'FWA indica l’uso di soluzioni radio per coprire l’ultimo miglio verso le unità immobiliari disperse in zone a scarsissima densità di popolazione. Un’antenna principale, collegata tipicamente alla rete tramite fibra ottica, copre un territorio più o meno vasto dove su ciascuna unità immobiliare viene montata una antenna dotata di un apparato che trasforma il segnale radio e consente il collegamento della CPE (Customer Premises Equipment), il dispositivo elettronico utilizzato come terminale lato utente. per tutti i Comuni presenti nell’ambito dei Bandi indetti da Infratel e aggiudicati ad Open Fiber per la realizzazione della rete BULBUL Si parla di banda ultra larga (in lingua inglese ultra broadband) quando la velocità di connessione effettiva in download è di almeno 30 Mb/s. Quando la velocità di connessione raggiunge o supera il Gb/s si parla genericamente di reti ultraveloci (in lingua inglese ultrafast networks). Per consentire queste velocità si devono utilizzare fibre ottiche al posto dei tradizionali cavi in rame, ragione per cui tali reti prendono il nome di reti di accesso ottiche (NGAN) o più semplicemente reti ottiche (NGN)..

Dati aggiornati all’11 novembre 2022
Dati aggiornati al 26 settembre 2022