Autostrade digitali
25 Luglio 2017

Realizzare la banda ultra larga in Lombardia  connettendo entro il 2019 tutti i capoluoghi di provincia della Regione. È questo il progetto che Open Fiber definisce “la grande Milano”, intendendo non solo l’hinterland, ma tutto il territorio che va da Novara a Brescia, passa per Sondrio e Varese, fino a Pavia.

Il progetto procederà in parallelo su due fronti: completamento della corona di Milano, 25 comuni per una utenza di circa 1,1 milione di unità immobiliari; firma delle convenzioni e avvio dei lavori nei capoluoghi di provincia.

Per l’hinterland milanese siamo in fase di progettazione o di apertura dei cantieri a Rozzano, Sesto San Giovanni, Cinisello Balsamo, San Donato Milanese, Buccinasco, Bresso, Corsico, San Giuliano Milanese, Cesano Boscone, Cornaredo, Settimo Milanese, Trezzano sul Naviglio, Opera e Cusago.  A ottobre partiranno invece i lavori nei comuni di Rho, Vimodrone, Cologno Monzese, Bollate, Pioltello, Segrate, Garbagnate Milanese, Peschiera Borromeo, Novate Milanese, Cormano e Pero.

Il piano procede anche per i capoluoghi di provincia, concludendo gli accordi con i comuni per la realizzazione della infrastruttura in fibra otticaFibra ottica È un cavo realizzato con una fibra di vetro attraverso il quale viene trasmesso un segnale luminoso anche su grandi distanze per l’accesso di reti a banda larga. Rispetto ai cavi in rame, la fibra ottica è in grado di trasmettere segnali molto più velocemente, fino a 40 Gigabit al secondo. È, pertanto, ideale per grandi quantità di dati da trasferire rapidamente; è inoltre insensibile alle interferenze esterne (interferenze elettromagnetiche, variazioni di temperatura, ecc.). Mentre la velocità, la qualità e la sicurezza della trasmissione dei dati sono indubbiamente i vantaggi della fibra ottica, il costo elevato della loro installazione costituisce uno svantaggio limitante per chi realizza la rete. Leggi la news per saperne di più: “Fibra ottica, cos’è e come funziona”. con tecnologia FTTHFTTH "Fiber to the Home" è la tecnologia che collega i POP, siti nelle centrali, alle unità immobiliari degli utenti finali con la fibra ottica. – Fiber To The Home, fino a casa del cittadino. Le prime convenzioni sono state già firmate a Sondrio e Pavia, mentre procedono le trattative per Varese, Como e Brescia.

Per Sondrio l’investimento diretto di Open Fiber è di 3 milioni di euro per una copertura di 8mila unità immobiliari. L’avvio dei cantieri è previsto entro il mese di ottobre, e i lavori si concluderanno nei primi mesi del 2018.

Il piano di Open Fiber per Pavia prevede invece la copertura di circa 29mila unità immobiliari entro 18 mesi dall’avvio dei lavori, previsto per agosto. L’investimento diretto della società per la città è di circa 10 milioni di euro.   

La realizzazione della reteRete Nel linguaggio informatico il termine rete definisce un insieme di dispositivi hardware e software che, collegati tra loro, permettono lo scambio e la condivisione di risorse, dati o informazioni. In una rete di computer i dispositivi che generano, instradano e terminano i dati sono chiamati nodi della rete. a banda ultra larga riguarderà infine anche le aree bianche della regione Lombardia, comprese nel I bando InfratelInfratel Infratel Italia S.p.A. è una società in-house del Ministero dello Sviluppo Economico ed è il soggetto attuatore dei Piani Banda Larga e Ultra Larga del Governo. Per maggiori informazioni visita il sito www.infratelitalia.it che si è aggiudicato Open Fiber, per le quali sono in fase di pianificazione i lavori.

Cerca news