Autostrade digitali
2 Novembre 2017

La banda ultra larga Open Fiber arriva a Grosseto e garantirà a cittadini, enti ed imprese una connessione ultraveloce, sicura ed efficiente attraverso un’infrastruttura interamente in fibra otticaFibra ottica È un cavo realizzato con una fibra di vetro attraverso il quale viene trasmesso un segnale luminoso anche su grandi distanze per l’accesso di reti a banda larga. Rispetto ai cavi in rame, la fibra ottica è in grado di trasmettere segnali molto più velocemente, fino a 40 Gigabit al secondo. È, pertanto, ideale per grandi quantità di dati da trasferire rapidamente; è inoltre insensibile alle interferenze esterne (interferenze elettromagnetiche, variazioni di temperatura, ecc.). Mentre la velocità, la qualità e la sicurezza della trasmissione dei dati sono indubbiamente i vantaggi della fibra ottica, il costo elevato della loro installazione costituisce uno svantaggio limitante per chi realizza la rete. Leggi la news per saperne di più: “Fibra ottica, cos’è e come funziona”. FTTHFTTH "Fiber to the Home" è la tecnologia che collega i POP, siti nelle centrali, alle unità immobiliari degli utenti finali con la fibra ottica..

I dettagli del piano sono stati illustrati oggi nel corso della firma dell’accordo con il Comune di Grosseto, avvenuta alla presenza del sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna e dal responsabile Network & Operations Area Centro di Open Fiber, Roberto Tognaccini.

L’azienda investirà circa 10 milioni di euro per cablare circa 29mila unità immobiliari, attraverso un totale di circa 17mila chilometri di fibra ottica. L’avvio dei cantieri è previsto nel mese di novembre 2017 e i lavori dureranno circa 18 mesi.

La tecnologia “Fiber to the Home” è l’unica soluzione a garantire velocità di trasmissione fino a 1 Giga e ad abilitare numerosi servizi innovativi in grado di avere impatti positivi sull’intera cittadinanza: dallo streaming video senza interruzioni, alla domoticaDomotica La domotica (dalla contrazione dell’unione tra la parola latina “domus” (casa) e il sostantivo “automatica”) è la disciplina che studia le tecnologie atte a migliorare la qualità della vita in casa e ad automatizzare quanto più possibile la sua gestione. Necessita di un approccio fortemente interdisciplinare dal momento che combina architettura, ingegneria edile ed energetica, elettronica, informatica e telecomunicazioni. La domotica permette la costruzione di una casa intelligente (smart house) dove, ad esempio, accensione delle luci, apertura di porte e tapparelle, gestione della climatizzazione, sistemi di sicurezza e sistemi di comunicazione dialogano all’interno o verso l’esterno, anche attraverso telefoni cellulari, smartphone e rete internet., alla video sorveglianza cittadina e la regolazione della mobilità, passando per la scuola e la pubblica amministrazione digitale.

Leggi il comunicato stampa.

Cerca news