Il Governo svedese ospite di Open Fiber

Benvenuto in Open Fiber

Pubblicato il 28-11-2017

Network di nuova generazione, digitalizzazione, competitività, nuove reti mobile e Smart Cities sono tutti elementi essenziali per la realizzazione, in Italia e in Europa, di un vero e proprio “Rinascimento Digitale”. Questi i temi al centro dell’incontro che si è tenuto il 28 novembre nella sede romana di Open Fiber, tra il management aziendale e il sottosegretario all'Edilizia Abitativa e allo Sviluppo Digitale in Svezia, Alf Karlsson.


La visita nel quartier generale è stata organizzata dall’Ambasciata svedese e si pone l’obiettivo di avviare una serie di partnership tra le aziende del settore, italiane e svedesi, per lo scambio di best practices. In particolare, l’attenzione del Governo Italiano per lo sviluppo di un’infrastruttura in fibra ottica su tutto il territorio nazionale (anche grazie ai bandi Infratel) ha suscitato un notevole interesse in Svezia. Le imprese svedesi, infatti, sono molto attente ai progetti regionali per lo sviluppo delle Smart Cities e dalle collaborazioni tra Comuni italiani ed esteri sul tema della digitalizzazione.


Il Sottosegretario Karlsson, accompagnato da oltre 20 esperti aziendali impegnati nella gestione e valorizzazione della rete a banda ultra larga in Svezia, ha sottolineato l’interesse per il progetto di sviluppo di Open Fiber, “perché i network di nuova generazione non sono solo un progetto per l’oggi o il domani ma un mezzo per globalizzare servizi, mercati e nuove opportunità di crescita”.


In Svezia, le reti in fibra ottica sono diffuse da oltre 15 anni, con un modello di business che ha consentito di tenere i prezzi dei servizi relativamente bassi, contribuendo a posizionare la Svezia al terzo posto in Europa per la digitalizzazione. Il focus del business è la modalità Fiber-to-the-home (FTTH), che si è ormai resa fattore abilitante non solamente per fornire servizi commerciali (TV, telefonia e Internet), ma anche per una migrazione verso i servizi digitali che hanno cambiato e migliorato, solo per fare un esempio, l’assistenza sanitaria. Un’occasione che è stata colta da centinaia di Comuni ed Enti pubblici svedesi e che ha molti punti di contatto con il modello di business e la mission di Open Fiber.


Dopo un incontro con l’Amministratore Delegato di Open Fiber, Tommaso Pompei, i nostri tecnici e ingegneri responsabili della creazione e della costruzione della nostra rete si sono confrontati in workshop tematici con gli esperti svedesi.