13 Ottobre 2021

Intesa tra Comune e Open Fiber per l’avvio dei cantieri: fine lavori entro 20 mesi. L’azienda investe 5 milioni per connettere oltre 13mila unità immobiliari.

Riccione, 13 ottobre 2021 – Open Fiber ha raggiunto con il Comune di Riccione un’intesa per realizzare un’infrastruttura a banda ultra larga interamente in fibra ottica, in modalità FTTH in grado di navigare fino a 10 Gigabit al secondo (Fiber To The Home, la fibra che arriva direttamente all’interno di abitazioni e uffici). I lavori prenderanno il via dalla centrale della fibra ottica, il cosiddetto POP (Point of Presence), che sarà installato in viale Emilia 1, per poi proseguire verso i quartieri di Alba e Paese. 

L’investimento da parte della società di telecomunicazioni è di circa 5 milioni di euro per realizzare una rete in fibra ultraveloce di 137 chilometri che garantirà prestazioni non raggiungibili con le attuali reti in rame o miste fibra-rame. L’accordo con il Comune stabilisce le modalità di scavo e ripristino per la posa della fibra ottica, che verranno effettuate secondo la normativa nazionale che disciplina il settore, peraltro recependo le disposizioni di cui al recente DL Semplificazioni. 

Open Fiber utilizzerà, per più della metà della nuova rete, cavidotti e infrastrutture di rete sotterranee o aeree già esistenti, così come provvederà a recepire, d’intesa con il Comune, il programma degli interventi di asfaltatura. Ciò per limitare il più possibile gli eventuali disagi per la comunità.

Gli scavi saranno effettuati privilegiando modalità innovative e a basso impatto ambientale come la minitrincea e il no-dig. Grazie alla fibra ottica case, condomini, ma anche scuole, uffici e strutture della Pubblica Amministrazione velocizzeranno il processo di digitalizzazione migliorando così il rapporto con i cittadini. 

“Riccione ha già da tempo avviato molti progetti per valorizzare e incrementare tecnologie smart, veloci e affidabili, perché mai come in questo ultimo anno abbiamo inteso l’importanza di una tecnologica veloce ed affidabile. Il passaggio o la transizione al digitale è per una comunità come la nostra, che vive di turismo, hospitality ed è un brand riconosciuto in Europa nel settore dei servizi, è la strada maestra” dichiara l’Assessore ai Pubblici Lea Ermeti, e prosegue “a Riccione abbiamo i principali luoghi pubblici, dal mare a Paese, dotati di Wi-Fi libero e così tutte le scuole comunali. Con la fibra ottica si avranno ovviamente risultati più efficaci ed efficienti anche per la pubblica amministrazione. Questo impegno dell’amministrazione ci mette in linea con le indicazioni che arrivano dal Governo facendo del nostro Comune un territorio al passo con i tempi”. 

“L’investimento su Riccione è finalizzato a realizzare una vera autostrada digitale completamente nuova e performante.” ha commentato Vito Magliaro, Responsabile Network e Operations Open Fiber Emilia-Romagna. “Ringraziamo l’amministrazione comunale per la collaborazione e ci impegniamo ad eseguire lavori poco invasivi e in tempi rapidi”. 

Open Fiber è un operatore wholesale only: non vende servizi in fibra ottica direttamente al cliente finale, ma è attivo esclusivamente nel mercato all’ingrosso, offrendo l’accesso a tutti gli operatori di mercato interessati. Una volta conclusi i lavori, l’utente non dovrà far altro che contattare un operatore, scegliere il piano tariffario e navigare ad alta velocità, cosa fino ad oggi impossibile da raggiungere con reti in rame o misto fibra-rame. 

Cerca un comunicato stampa