111  / 124




Sostenibilità
12 Giugno 2017
Home > Il mondo Open Fiber > News > One Day Dig, alla scoperta della tecnica...

One Day Dig, alla scoperta della tecnica Sirti per chiudere i cantieri in un giorno
Cantieri che aprono e chiudono in un giorno, per posare la fibra ottica minimizzando i problemi per i cittadini. Si può fare grazie alla tecnica innovativa “One Day Dig”, brevettata da Sirti (azienda specializzata nel settore della progettazione) e adottata da Open Fiber.

Questa tecnica è stata presentata il 31 maggio proprio nel capoluogo siciliano: una giornata di lavori per mostrare alla città la tecnologia che consente lo scavo, la posa della fibra ottica e il ripristino della strada in poche ore, entro un giorno come suggerito dal nome.
Con “One Day Dig” si utilizzano sistemi a basso impatto ambientale e sociale in grado di velocizzare l’esecuzione dei lavori riducendo al minimo i disagi per i cittadini. In termini quantitativi, ciò comporta un abbattimento dell’impatto ambientale del 90% con scavi meno invasivi e dell’impatto sociale dell’80% con cantieri che si aprono e chiudono in giornata.
Per le sue caratteristiche innovative One Day Dig è stata riconosciuta come Best Practice mondiale dall’ITU, l’Agenzia dell’Onu per le Telecomunicazioni.
“E’ una tecnologia che in molti hanno tentato di copiarci e che è stata presa come esempio anche da altri Paesi – ha detto Edoardo Cottino, ideatore della innovazione per Sirti – La soluzione One Day Dig grazie a un’azione coordinata di tecnologie opportunamente sviluppate, consente di ridurre i tempi di realizzazione, ripristinando rapidamente l’agibilità della sede stradale e minimizzando l’impatto per la comunità”.
Open Fiber, per lo sviluppo della rete a Banda Ultra Larga sta utilizzando, dove possibile, One Day dig ed è lo stesso Salvatore Nigrelli, responsabile Network and Operation dell’area Sud di Open Fiber, ad affermare che “il nostro è un impegno democratico. La diffusione della fibra ottica consentirà di accelerare il processo di digitalizzazione del Paese, semplificando e migliorando le relazioni fra cittadini e pubblica amministrazione, fra studenti, scuole e università aumentando la produttività e la competitività delle imprese”.

Cerca news