11 Giugno 2021

La società collegherà circa 14mila case ed uffici della città con un investimento da 5 milioni di euro

Torino, 11 giugno 2021 – La reteRete Nel linguaggio informatico il termine rete definisce un insieme di dispositivi hardware e software che, collegati tra loro, permettono lo scambio e la condivisione di risorse, dati o informazioni. In una rete di computer i dispositivi che generano, instradano e terminano i dati sono chiamati nodi della rete. interamente in fibra otticaFibra ottica È un cavo realizzato con una fibra di vetro attraverso il quale viene trasmesso un segnale luminoso anche su grandi distanze per l’accesso di reti a banda larga. Rispetto ai cavi in rame, la fibra ottica è in grado di trasmettere segnali molto più velocemente, fino a 40 Gigabit al secondo. È, pertanto, ideale per grandi quantità di dati da trasferire rapidamente; è inoltre insensibile alle interferenze esterne (interferenze elettromagnetiche, variazioni di temperatura, ecc.). Mentre la velocità, la qualità e la sicurezza della trasmissione dei dati sono indubbiamente i vantaggi della fibra ottica, il costo elevato della loro installazione costituisce uno svantaggio limitante per chi realizza la rete. Leggi la news per saperne di più: “Fibra ottica, cos’è e come funziona”. di Open Fiber illuminerà la città di Pinerolo, nota cittadina piemontese ai piedi delle Alpi Cozie, che potrà così beneficiare di tutti i servizi innovativi disponibili sul web: la società guidata da Elisabetta Ripa ha siglato la convenzione con il comune e investirà circa 5 milioni di euro per collegare, attraverso un’infrastruttura in modalità FTTHFTTH "Fiber to the Home" è la tecnologia che collega i POP, siti nelle centrali, alle unità immobiliari degli utenti finali con la fibra ottica. (Fiber To The Home, fibra fino a casa), circa 14mila mila unità immobiliari alla banda ultra larga. 

Gli interventi di Open Fiber partiranno nel mese di giugno e dureranno circa 18 mesi a cominciare dall’area nord est della città dove verrà installato anche il POPPOP Il POP, "Point of Presence", è localizzato presso le Cabine Primarie di Enel, ma non solo; agisce anche come meet-me-room per gli Operatori. Contiene gli apparati OLT di ciascun Operatore, nonché il sistema di monitoraggio OTDR. (Point of Presence), ossia la centrale che accenderà l’intera rete cittadina. La convenzione stabilisce le modalità di scavo e ripristino per la posa della fibra, come previsto dal decreto ministeriale del 2013. Circa il 50% dell’opera (che si sviluppa per circa 90 chilometri) sarà eseguito mediante il riutilizzo di cavidotti e reti sotterranee o aeree già esistenti, mentre gli scavi saranno effettuati privilegiando modalità innovative e a basso impatto ambientale.

 “Questo progetto cambierà la vita dei cittadini pinerolesi– sottolinea Antonio Chiesa, Regional Manager di Open Fiber – consegnando loro un’infrastruttura a prova di futuro. Siamo contenti di avviare anche qui la realizzazione di una rete ultraveloce e a bassa latenzaLatenza Indica il lasso di tempo che intercorre tra la stimolazione di un sistema e l’osservazione dell’effetto che ne risulta. Nelle telecomunicazioni per estensione indica il tempo che occorre ad un pacchetto di dati per viaggiare dal computer sorgente a quello di destinazione. che garantirà a cittadini e alle imprese di poter usufruire dei servizi di ultima generazione, come l’InternetInternet La parola nasce dalla fusione dei termini inglesi International e Net, ossia rete internazionale. Con questo termine si indica la rete informatica mondiale alla quale gli utenti di tutto il mondo possono accedere mediante un calcolatore (o computer) per trasmettere e condividere dati e informazioni. of Things, il cloud computingCloud computing Cloud computing è il nuovo nome di una pratica antica quanto le reti informatiche: usare risorse computazionali di un elaboratore geograficamente distante da noi come se fosse il nostro PC. Il primo e più longevo esempio di questo è la posta elettronica. L’evoluzione tecnologica dei computer e la velocità delle reti a banda ultra larga consente di spingere all’estremo questo approccio: data center remoti che ospitano migliaia di server, i quali conservano i nostri documenti, le nostre foto, la nostra musica ed eseguono i programmi che sembrano risiedere sui nostri laptop o sui nostri smartphone., lo streaming online e in 4K, oltre ad assicurare ai lavoratori la possibilità di essere in smart working e agli studenti di poter usufruire degli strumenti della didattica a distanza, esigenze diventate assolutamente necessarie in questi mesi di emergenza Covid-19. Ringrazio l’Amministrazione Comunale per il grande impegno profuso per portare la nostra fibra FTTH in città”.

Il cantiere in partenza a Pinerolo rafforza ancora il ruolo di Open Fiber come grande player infrastrutturale della Regione Piemonte e, nello specifico, dell’hinterland torinese. La società ha già investito infatti oltre 40 milioni di euro per cablare 132mila unità immobiliari dell’area metropolitana di Torino. Il piano di sviluppo si completa con il progetto legato al bando pubblico per le aree bianche, di cui Open Fiber è concessionaria, che vede interessati oltre 1000 comuni del Piemonte.L’azienda è un operatore wholesaleWholesale Letteralmente “all’ingrosso”. Open Fiber è un operatore “wholesale only”, ovvero opera esclusivamente nel mercato all’ingrosso, offrendo l’accesso a condizioni eque e non discriminatorie a tutti gli Operatori di mercato interessati. only: non vende quindi servizi in fibra ottica direttamente al cliente finale, ma è attiva esclusivamente nel mercato all’ingrosso, offrendo l’accesso alla propria rete a tutti gli operatori di telecomunicazioni e Internet service providerProvider Il termine provider viene spesso utilizzato per identificare il cosiddetto Internet Service Provider (ISP) ossia quel soggetto che offre agli utenti l’accesso alla rete internet  mediante una connessione remota che sfrutta una linea telefonica o la banda larga. partner.

Cerca un comunicato stampa