06 Agosto 2021

Il piano coinvolgerà circa 10 mila unità immobiliari con un investimento di 4 milioni di euro

Pontedera, 6 agosto 2021 – Il Comune di Pontedera e Open Fiber hanno siglato una convenzione che disciplinerà il piano degli interventi di cablatura della città: la società investirà 4 milioni di euro per collegare, attraverso un’infrastruttura in modalità FTTH (Fiber To The Home, fibra fino a casa), 10 mila unità immobiliari – tra case, uffici e negozi – alla banda ultra larga. I lavori verranno eseguiti con l’obiettivo, condiviso con l’amministrazione comunale, di fornire a cittadini e imprese una connettività in grado di soddisfare al meglio le esigenze di comunicazione, lavoro, studio e svago. 

La convenzione siglata da Open Fiber con il Comune stabilisce le modalità di scavo e ripristino per la posa della fibra ottica, come previsto dal decreto ministeriale del 2013. Una parte del piano di sviluppo, più del 50%, sarà eseguito mediante il riutilizzo di cavidotti e reti sotterranee o aeree già esistenti, mentre gli scavi saranno effettuati privilegiando modalità innovative e a basso impatto ambientale.

“Pontedera è parte di una grande opera che mira a modernizzare il Paese portando a tutti i cittadini gli innumerevoli benefici che derivano da una connessione ultraveloce ed affidabile” ha commentato Marco Gasparini Responsabile Network e Operations Toscana. “Ringraziamo l’amministrazione comunale e gli uffici tecnici per la collaborazione e ci impegniamo ad eseguire lavori poco invasivi. Il riutilizzo delle infrastrutture esistenti ci permetterà infatti di limitare al minino i disagi per i cittadini”.

“Siamo ben contenti di aver attirato sul nostro territorio degli investimenti privati così significativi ed atti a garantire la realizzazione di un servizio di connettività in linea con le esigenze odierne. Auspichiamo che questa convenzione sia il punto di partenza di una costante collaborazione che veda gli interventi sulla fibra estendersi da Pontedera città a tutto il territorio comunale, sino alle zone più periferiche” commenta il Sindaco di Pontedera, Matteo Franconi.

“Ringraziamo l’Azienda per l’impegno ad interloquire e collaborare con l’amministrazione e con i cittadini direttamente interessati dai lavori che saranno svolti, al fine di arrecare in minor disagio possibile e con l’obiettivo di coordinare gli interventi sulla fibra con quelli già programmati in ambito di lavori pubblici e manutenzioni” afferma l’assessore all’Agenda Digitale del Comune di Pontedera, Sonia Luca.

I lavori di Pontedera rientrano in un piano di investimento diretto di 179 milioni di euro, da parte dell’azienda, per portare una connessione FTTH nelle principali città toscane. Nella Regione Open Fiber è impegnata inoltre nell’ambito dei bandi Infratel del piano BUL per portare la banda ultra larga nelle aree bianche, tramite una nuova rete pubblica, che vede coinvolti in totale 209 comuni, sparsi in tutte le province.

Open Fiber è un operatore wholesale only: non vende servizi in fibra ottica direttamente al cliente finale, ma è attivo esclusivamente nel mercato all’ingrosso. Quando la rete sarà completata i cittadini interessati non dovranno far altro che contattare un operatore (tra quelli presenti sul sito www.openfiber.it)  scegliere il piano tariffario e navigare a una velocità impossibile da raggiungere con le attuali reti in rame o miste fibra-rame. Quando l’utente ne farà richiesta, l’operatore selezionato contatterà Open Fiber, che a quel punto fisserà un appuntamento con il cliente, con l’obiettivo di portare la fibra ottica dal pozzetto stradale fin dentro l’abitazione. Al termine dell’operazione, l’utente sarà pronto a navigare alla velocità di 1 Gigabit al secondo, e beneficiare di servizi come lo streaming online in HD e 4k, il telelavoro, la telemedicina, e di tante altre opportunità generate dalla rete FTTH costruita da Open Fiber, che abilita una vera rivoluzione digitale.

Cerca un comunicato stampa