fiber sensing monitoraggio
Tecnologia e innovazione
17 Novembre 2021

Il Fiber Sensing, conosciuto anche come “sensoristica distribuita”, è una tecnologia che permette misurazioni continue di onde sismiche in tempo reale su tutta la lunghezza di un cavo in fibra ottica. Ma vediamo insieme le sue applicazioni. 

Non solo latenza internet azzerata e ampia larghezza di banda: la fibra ottica ha applicazioni che la maggior parte delle persone ignora. Hai mai sentito parlare di Fiber Sensing o Sensoristica Distribuita? L’FTTH non ha solo la capacità di trasmettere informazioni alla velocità della luce ma anche di tenere costantemente sotto controllo lo stato della rete e dell’ambiente intorno

Scopriamo insieme cosa c’è dietro:

Come funziona il Fiber Sensing

Chi ha familiarità con il mondo della fibra ottica sa bene che, oltre a essere un potente mezzo di telecomunicazione, è possibile utilizzarla per la realizzazione di sensori e misuratori

La precisione e la velocità di trasmissione delle fibre ottiche, ci permette di effettuare misurazioni continue in tempo reale su tutta la lunghezza di un cavo in fibra ottica semplicemente monitorando eventuali disturbi – talmente minimi che sfuggirebbero alla percezione umana – nella trasmissione degli impulsi luminosi. Combinando questa caratteristica con il supporto di avanzati algoritmi, la fibra ottica si trasforma in un vero e proprio mezzo di controllo in occasione di eventi fortemente impattanti, come terremoti o perdite energetiche, fino a problemi sulle linee di trasporto. Ed è proprio grazie alle possibilità offerte dal Fiber Sensing che è nato il nostro ultimo progetto: Meglio. 

Meglio, il sistema di monitoraggio dei terremoti in Italia

Meglio è un progetto sperimentale nato dalla collaborazione tra Open Fiber, INGV, INRiM, Bain &Company e Metallurgica Bresciana SpA

Il nostro obiettivo è utilizzare il Fiber Sensing per creare un sistema di rilevazione dei terremoti grazie all’intelligenza artificiale e al machine learning. Con i suoi paesaggi unici e l’altissima biodiversità, l’Italia è un Paese meraviglioso ma la sua elevata sismicità, particolarmente nelle aree montane, è da sempre un nemico con cui fare i conti e che in più occasioni ha riscritto la storia. 

Con Meglio, noi di Open Fiber mettiamo a disposizione la nostra rete in fibra ottica per quantificare e monitorare i movimenti sismici. 

Il compito di raccogliere misurazioni sarà affidato a una coppia di laser ultra-stabili installati su segmenti di fibra ottica interrata. Una volta raccolti, i dati saranno man mano inviati a un sistema di elaborazione che avrà il compito di sintetizzarli in modo da renderli facilmente fruibili. In questo modo è possibile tenere sotto controllo l’attività sismica di una specifica porzione di territorio, garantendo un monitoraggio accurato e tempestivo.

Ascoltare le onde sismiche con i sensori in fibra ottica

La fibra ottica, grazie alle sue caratteristiche fondamentali, è il complemento ideale per un progetto di questo tipo. 

Per prima cosa, la sua velocità di trasmissione garantisce un monitoraggio in tempo reale dei minimi movimenti del territorio con estrema precisione. 

In secondo luogo, l’infrastruttura di Open Fiber permetterà di raccogliere dati dal suolo nazionale, diventando un vero e proprio sensore unico nel suo genere. L’installazione della fibra FTTH, inoltre, procede senza sosta e il progetto di copertura di oltre 7mila Comuni continua. 

Infine, le fibre ottiche non sono soggette a disturbi elettromagnetici e non risentono degli sbalzi di temperatura o di pressione, caratteristica che garantisce sempre la massima precisione nel recupero di dati e informazioni.  

Cerca news