105  / 231




Home > Il mondo Open Fiber > Comunicati stampa > Verona diventa smart con la fibra ottica...
21 Novembre 2018

La società guidata da Elisabetta Ripa sta investendo nella città dell’Arena circa 35 milioni di euro per cablare oltre 100mila unità immobiliari.

Verona, 21 novembre 2018 –  Verona, la “porta del Veneto”, apre al futuro e all’innovazione delle reti moderne e ultraveloci: Open Fiber, partecipata al 50% da Enel e al 50% da Cassa depositi & prestiti, sta realizzando infatti in tutta la città una nuova infrastruttura, interamente in fibra ottica, in modalità FTTH (Fiber To The Home), per portare nelle case e negli uffici una connessione rapida, sicura e a prova di futuro. Il piano, presentato questa mattina presso Palazzo Barbieri alla presenza dell’Assessore al Patrimonio, Edi Maria Neri, dell’Assessore Strade e Giardini, Marco Padovani, e, per Open Fiber, del delegato agli Affari Istituzionali Massimo Molisani e del Field Manager Stefano Cattoni, consentirà di collegare alla banda ultra larga oltre 100mila unità immobiliari attraverso una rete di 700 km. L’investimento di Open Fiber è di circa 35 milioni di euro, tra i più alti dell’intero piano di cablaggio previsto dalla società in 271 città italiane.

Il piano di sviluppo infrastrutturale prevede il massiccio riutilizzo delle reti e dei cavidotti esistenti di proprietà Agsm, che consentirà di ridurre le attività di scavo per la posa dei nuovi cavi e limitare l’impatto sul territorio e, quindi, i disagi per i cittadini. Grazie all’FTTH di Open Fiber, sarà possibile beneficiare di una velocità di connessione fino a 1 Gigabit per secondo, assicurando prestazioni non raggiungibili con le attuali reti in rame e miste fibra-rame.

“Questo progetto – hanno spiegato gli Assessori Neri e Padovani – è il risultato dell’eccellente collaborazione tra pubblico e privato, in un’ottica di sviluppo innovativo della città e anche di contenimento dei disagi per i cittadini”.

“Con una rete come la nostra, la Smart City non è più il futuro, ma è già il presente – ha sottolineato l’Ing. Cattoni di Open Fiber – e ringraziamo l’Amministrazione Comunale e gli uffici tecnici per il supporto al progetto. I lavori di posa della fibra ottica sono già in corso e termineranno negli ultimi mesi del 2019. Presto, nelle aree della città già cablate, i cittadini potranno attivare i loro servizi su fibra ottica Open Fiber con gli operatori nostri partner e beneficiare così di numerosi vantaggi, che si estendono ad ambiti come come lo smart working, lo streaming e il gaming online di contenuti in HD, l’e-learning, la telemedicina, senza contare l’accesso alle piattaforme avanzate della Pubblica Amministrazione”.

Con la fibra ottica di Open Fiber i benefici saranno perciò evidenti non solo per le case e i condomìni della città, ma anche per il tessuto imprenditoriale del territorio, che con il collegamento alla banda ultra larga potrà essere più produttivo e competitivo sul mercato.

Open Fiber è un operatore wholesale only: non vende servizi in fibra ottica direttamente al cliente finale, ma è attivo esclusivamente nel mercato all’ingrosso, offrendo l’accesso a tutti gli operatori di mercato interessati. L’azienda punta a garantire la copertura delle 271 maggiori città italiane, e di oltre 6700 comuni delle aree bianche del Paese – in quanto concessionaria dei bandi pubblici di Infratel Italia (società in-house del Ministero per lo Sviluppo Economico) – con l’obiettivo di realizzare una rete quanto più pervasiva ed efficiente possibile, che favorisca il recupero di competitività del “sistema Paese” e, in particolare, l’evoluzione verso “Industria 4.0”.

Cerca un comunicato stampa