Mondo Open Fiber
27 Luglio 2021

In Sicilia, l’hub mediterraneo della formazione e del south working. Ecco il valore aggiunto di Isola, la nuova piattaforma culturale del Sud

L’isola più grande del Mediterraneo dove crescere e formarsi: il nuovo hub dedicato al south working, denominato appunto “Isola”, si trova a Catania e, per supportarlo, noi di Open Fiber ci siamo davvero superati! All’interno del prestigioso Palazzo Biscari, infatti, il neonato hub dedicato alle startup del Sud usufruisce della nostra prima connessione FTTH fino a 10 Gbps in Italia

L’hub mediterraneo dedicato al south working, alla formazione e all’innovazione. La sfida di Open Fiber a sostegno dei talenti del Meridione. 

Isola, l’hub mediterraneo per il south working e non solo

“Il sud può diventare un centro di produzione del valore grazie alla permanenza e all’attrazione di talenti, all’adeguatezza delle infrastrutture digitali, alla nuova distribuzione sui territori di opportunità di sviluppo grazie allo smart working e a rinnovate politiche di investimento pubblico e di fiscalità di vantaggio”.

Catania come Milano: i fondatori di Isola, un hub che nasce con l’intento di promuovere e supportare la nascita di PMI e startup nel Mezzogiorno, sognano in grande e vedono un futuro di crescita e cooperazione. 

Nella vision di Isola, il centro nevralgico dello sviluppo delle imprese del Sud è la Etna Valley, una sorta di Silicon Valley nostrana, che si pone l’obiettivo di creare lavoro ma non solo. 

Isola è un acceleratore al cui interno è possibile usufruire di uno spazio di coworking e di percorsi formativi con una vocazione a impatto territoriale e sociale, realizzato in un palazzo che, nei secoli, ha visto riadattare le proprie funzioni. Un’idea che si sposa alla perfezione con la mission di Isola: riscrivere il concetto di innovazione sociale e culturale partendo da uno dei luoghi più intrisi di cultura del nostro Paese. 

Fare impresa, tra smart working, cooperazione e formazione

Numerosi sono i Partner dell’impresa. Tra questi c’è Invitalia, l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa di proprietà del Ministero dell’Economia, che da sempre svolge attività di sostegno alle aziende e per il territorio. 

Ma ci sono anche scuole prestigiose, come la Tree School, nata dalla collaborazione tra Opinno, Manpower Group e UniCredit, che offrirà corsi di formazione in ambito digitale, con focus su materie come intelligenza artificiale, coding, digital marketing e cloud.
Non potevano mancare, inoltre, i Community Partner. Tra questi: il consorzio ELIS centro di formazione, di progetti di innovazione e attività di sviluppo sostenibile per giovani e professionisti, che con il programma SmartAlliance accoglierà, da settembre a Isola, i primi innovatori che sperimenteranno nuove modalità di lavoro; e South Working, Associazione di Promozione Sociale che diffonde la possibilità di lavoro agile in particolare nelle regioni del Sud e nelle aree interne.

Tra le attività che prenderanno vita nell’hub, uno spazio sarà dedicato a quelle a vocazione inclusiva, come il programma Re/Start, il cui scopo è potenziare le skills di soggetti svantaggiati per reinserirli nel mercato del lavoro.

Open Fiber per Isola: una connessione FTTH fino a 10 Gbps

Anche noi di Open Fiber abbiamo fatto la nostra parte, abbiamo infatti dotato Isola di una tecnologia all’avanguardia per la connettività a banda ultra larga. Lavorando in sinergia con Vodafone, l’hub catanese è stato arricchito della tecnologia Xgs-Pon, che permette di navigare fino alla velocità di 10 Gbps. Si tratta di un’applicazione assolutamente innovativa, che è il frutto di una sperimentazione avviata oltre due anni fa. È la prima volta che uno spazio di coworking può usufruire in maniera stabile di una connessione internet con queste performance

Da sempre in Open Fiber supportiamo la crescita e lo sviluppo del Mezzogiorno, terra di talenti e potenzialità, con la nostra infrastruttura in fibra ottica. Sappiamo bene che una società di pari opportunità si basa anche sulla presenza di infrastrutture in grado di abilitare realtà come lo smart working e la formazione a distanza

Nel 2021 il Sud riparte anche da qui: da una terra di incontro tra culture come la Sicilia, una terra il cui nome è sinonimo di tradizione, coraggio ma soprattutto di casa. 

Cerca news