116  / 125




Mondo Open Fiber
24 Maggio 2017
Home > Il mondo Open Fiber > News > Liguria2022, Open Fiber al Forum Ambrose...

Il direttore Network and Operations di Open Fiber, Guido Garrone, è intervenuto ieri a Genova al Forum The European House Ambrosetti “Liguria 2022”, facendo il punto sulle attività dell’azienda, in particolar modo per la regione Liguria, per la quale sono previsti investimenti diretti per 100 milioni di euro.

“L’obiettivo di Open Fiber è la crescita e lo sviluppo dell’Italia. La fibra ottica ultraveloce è il mezzo attraverso cui lo realizzeremo: un’infrastruttura essenziale per unire il centro e la periferia, consentire servizi ultraveloci nella sanità, nei trasporti, nei processi di comunicazione tra la Pubblica Amministrazione e i cittadini.”
“A Genova – continua Garrone – stiamo cablando il porto e abbiamo cablato la metropolitana; abbiamo investito circa 60 milioni di euro per portare la fibra ottica capillarmente in tutta la città. Attraverso un accordo con l’Autorita’ portuale, abbiamo ottenuto il diritto a entrare in un piano che in circa quattro anni cabli tutto il porto per dare un servizio ultraveloce a tutti gli operatori. Il servizio servira’ non solo all’operatore logistico che sulla banchina deve avere un terminale wi-fi e possa vedere se la nave sta entrando o uscendo e quanto e’ carica, ma consentira’ anche l’arrivo in connessione con il territorio urbano, con gli interporti da cui partono e arrivano le merci per essere caricate, l’arrivo dei flussi dei passeggeri, la copertura wi fi dei piazzali degli imbarchi, importante soprattutto in estate. Oggi interconnettiamo gia’ il bacino di Sampierdarena con il bacino di Pra’-Voltri mentre precedentemente le due parti parlavano sostanzialmente via radio. Queste sono le opportunita’ che si aprono con la fibra ottica”.

“Dal 2018 – conclude Garrone – inizieremo i lavori in altre cinque città: La Spezia, Savona, Sanremo, Imperia, Chiavari su cui abbiamo investito 40 milioni di euro”.

Cerca news