Alcuni credono che il direttore d’orchestra si limiti a dare indicazioni per coordinare gli strumenti.

Invece no. In ogni suo gesto, in ogni sua espressione, egli ha anche il fondamentale compito di dare l’IMPULSO all’orchestra, rinnovando ogni volta le svariate energie che presiedono all’esecuzione musicale.

“Il suono non è musica, ma può diventarlo. Io infiammo la voglia di associare che è in ciascuno di noi” diceva il grande direttore d’orchestra Sergiu Celibidache.

Questo è il ruolo di Open Fiber: non solo connettere e armonizzare tutti gli attori della società sulla stessa inedita ed elevata velocità, quella della rete integralmente in fibra FTTH a 1 Giga al secondo, ma anche dare nuovo impulso alle passioni, alle innovazioni, alle opportunità, allo sviluppo, rivitalizzando l’intero tessuto sociale ed economico per portare l’Italia al ritmo delle sfide sempre nuove dell’era digitale.

Alfiere della campagna pubblicitaria, nel suo soggetto guida, è un direttore d’orchestra che, incarnando il ruolo della company, con la sua bacchetta sembra tracciare in aria l’OPEN RING color magenta, raffigurante non solo la lettera iniziale del brand ma anche il segno che nel mondo digitale evoca la velocità.

Grazie ad un’opera infrastrutturale davvero grande, non solo per le dimensioni e l’impegno tecnologico, ma perché migliora la qualità della vita di ciascuno, tutto il Paese entra nel futuro. Un futuro che ha un nuovo nome, come recita il payoff, quello appunto di Open Fiber.

Gli altri soggetti della campagna, unificati dalle eleganti foto in bianco e nero e dall’Open Ring magenta, sono focalizzati sui diversi ambiti – dal lavoro alla scuola, dalla sanità alla ricerca, dall’intrattenimento alla cultura – interessati dai benefici portati dalla nuova rete Open Fiber.