Home > Il mondo Open Fiber > Diario di bordo > Esport Fest 2019

Roma capitale degli Esport con Open Fiber

Immaginate due giorni ricchi di emozione, con oltre 2000 partecipanti, in cui celebrare i videogiochi competitivi. 

Immaginate oltre 150 postazioni per sfidarsi in tornei gratuiti e aperti alle persone di tutte le età. 

Immaginate, poi, una connessione super veloce in grado di raggiungere fino a 1 Giga al secondo, per giocare in modalità multiplayer, senza interruzioni. 

Bene, tutto questo non è solo fantasia, ma quanto accaduto nella prima edizione dell’Esport Fest, l’evento organizzato da Esl Italia, con la partecipazione di Open Fiber, sponsor della manifestazione. Una grande area dedicata dove sfidarsi e giocare in piena libertà, grazie alla velocità della fibra ottica FTTH. Due giornate ricche di adrenalina che hanno suscitato un forte coinvolgimento mediatico, soprattutto tra le maggiori testate giornalistiche e i principali telegiornali nazionali. 

Daniel Schmidhofer, Ceo di ESL, entusiasta del progetto, tenutosi per la prima volta a Roma, e dell’affluenza registrata, ha dichiarato: “Stiamo cercando di dare il massimo a tutte le persone che vengono qua e non soltanto il massimo dal punto di vista del divertimento ma anche dal punto della tecnologia”

Un aspetto importante questo, che, come ha detto Schmidhofer:

Tutto questo infatti non sarebbe stato lo stesso senza la fibra ottica in FTTH, che ha permesso di sfidarsi alla velocità di 1 giga al secondo. Una nuova occasione per mettere alla prova le performance della rete Open Fiber in download, upload e ping da 2 – 5 o 10 Gbit.

Con una connettività di 1 gigabit no lag, no pianto!

I volti e i numeri dell’Esport Fest

Una manifestazione davvero per tutti: giovani e meno giovani pronti a sfidarsi in coinvolgenti tornei. Ma non è mancata la quota femminile, sempre più coinvolta nel mondo degli esports.

Quella che si è da poco conclusa è stata una vera celebrazione dei videogiochi, che ha ribadito quanto questo settore sia in costante e continua crescita: nel 2018 ha registrato un fatturato di 1 miliardo e 700 milioni di euro e il segmento digitale, è cresciuto dell’87%. E ciò è reso possibile anche dalla sempre più capillare diffusione della fibra ottica Open Fiber.