Al via il contratto per la seconda gara Infratel

Benvenuto in Open Fiber

Pubblicato il 08-11-2017

Open Fiber firma anche il secondo bando di gara Infratel per la costruzione e la gestione di una rete a banda ultra larga in 3.710 comuni tra 10 regioni italiane (Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria, Friuli Venezia Giulia, Umbria, Marche, Lazio, Campania, Basilicata, Sicilia) e la provincia di Trento, aggiudicandosi tutti i sei lotti delle aree interessate dal secondo bando per un totale di circa 4.7 milioni di unità immobiliari e circa 6.7 milioni di cittadini coinvolti.

La sigla definitiva, che segue l’aggiudicazione della concessione avvenuta lo scorso luglio, si è tenuta oggi nella sede di Invitalia dall’AD di Infratel Italia, Domenico Tudini, e dall’AD di Open Fiber, Tommaso Pompei, alla presenza del Presidente Infratel Maurizio Decina.

Il primo contratto di concessione era già stato siglato lo scorso giugno e prevedeva il cablaggio di 3.043 comuni fra Abruzzo, Emilia Romagna, Lombardia, Molise, Toscana e Veneto. Grazie alla nuova concessione, Open Fiber sarà in grado di sviluppare un’infrastruttura in fibra ottica che renderà possibile il cablaggio di 6.753 comuni italiani appartenenti alle cosiddette arre bianche, permettendo una maggiore copertura nazionale al fine di migliorare la qualità della vita e redendo le infrastrutture di rete italiane “a prova di futuro”, come sostiene lo stesso Pompei.

Leggi il comunicato