Chi siamo

Connettiti al futuro con la banda di OpenFiber

I nostri obiettivi

Il piano di Open Fiber mira a garantire la copertura delle maggiori città italiane, nonché il collegamento delle aree industriali, con l’obiettivo di realizzare una rete a banda ultra larga quanto più diffusa ed efficiente possibile.

La nostra rete interamente in fibra ottica con banda ultra larga è già disponibile a Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Napoli, Milano, Padova, Palermo, Perugia, Torino e Venezia. Sono in corso i lavori di cablaggio per aprire nelle prossime settimane la commercializzazione in ulteriori città, tra cui Firenze e Genova.

Il programma complessivo per la banda ultra larga prevede la sviluppo della rete in 6 anni su oltre 270 città italiane per circa 9 milioni e mezzo di unità immobiliari servite.

I nostri punti di forza

Open Fiber si distingue per il suo profilo unico nel settore delle telecomunicazioni e della fibra ottica.

Tutela della concorrenza, come operatore non verticalmente integrato, attivo esclusivamente nel mercato all’ingrosso (wholesale only), non forniamo servizi ai clienti finali. Effettuiamo il collegamento in fibra ottica offrendo l’accesso alla nostra rete a condizioni eque e non discriminatorie a tutti gli operatori interessati.

Separazione fra Rete e Servizi, che caratterizza tutti i moderni sistemi a rete (elettricità, trasporti, ecc.) ed è auspicato da tutte le authority italiane ed europee, è il principio cardine della tutela della concorrenza e sostiene il processo di liberalizzazione del settore TLC.

Infrastruttura di alta qualità ed efficienza, incentrata sulla tecnologia Fiber To The Home (FTTH) che garantisce performance elevatissime in virtù di una capacità di trasmissione che può arrivare fino a 40 Gbps (“future proof”), l’unica in grado di sostenere l’evoluzione dell’offerta dei servizi.

Sviluppo dell’ innovazione e creazione di valore condiviso, promuovendo un dialogo costruttivo e costante con tutte le istituzioni e le comunità delle aree in cui opera, adottando soluzioni tecnologiche innovative e inclusive capaci di avere importanti ricadute economiche.

Sostenibilità e attenzione ambientale, privilegiando l’utilizzo delle infrastrutture esistenti e adottando tecniche di intervento che tutelano l’integrità dei luoghi e la salvaguardia delle zone di interesse ambientale, culturale, paesaggistico e archeologico.