BANDA ULTRA LARGA, FORLÌ ACCELERA CON L’INNOVAZIONE DI OPEN FIBER

Benvenuto in Open Fiber

Pubblicato il 10-11-2017

L’azienda cablerà 43mila unità immobiliari del Comune in modalità Fiber To The Home (FTTH), con un investimento di circa 16 milioni di euro.

Forlì, 10 novembre 2017 – La banda ultra larga di Open Fiber garantirà ai cittadini, alle aziende e alla Pubblica Amministrazione di Forlì una connessione ultrarapida, sicura ed efficiente attraverso un’infrastruttura interamente in fibra ottica. Con questo obiettivo è stata siglata oggi una convenzione tra la società compartecipata al 50% da Enel e Cassa depositi e il Comune di Forlì. Il piano di Open Fiber prevede un investimento di circa 16 milioni di euro per la copertura della città entro 18 mesi dall’avvio dei lavori, che avverrà nel mese di novembre 2017. In totale saranno cablate 43mila unità immobiliari, attraverso circa 63mila chilometri di fibra.

La fibra ottica verrà portata in modalità Fiber to the Home (FTTH – fibra fino a casa), in grado di supportare velocità di trasmissione fino a 1 Gbps (1000 Megabit al secondo), sia in download che in upload, consentendo così il massimo delle performance. Prestazioni non raggiungibili oggi con le reti in rame (ADSL) o fibra/rame (FTTC).

Open Fiber è un operatore wholesale only: non vende servizi in fibra ottica direttamente al cliente finale, ma è attivo esclusivamente nel mercato all’ingrosso, offrendo l’accesso a tutti gli operatori di mercato interessati. La convenzione con il Comune di Forlì stabilisce le modalità e i tempi di scavo e ripristino per la posa della fibra ottica, come previsto dal decreto ministeriale del 2013. Dove possibile, Open Fiber utilizzerà cavidotti e infrastrutture di rete sotterranee già esistenti per limitare il più possibile l’impatto sul territorio e gli eventuali disagi per la comunità. Gli scavi saranno effettuati privilegiando modalità innovative sostenibili e a basso impatto ambientale.

“La fibra ottica fino a casa di Open Fiber consentirà a cittadini e imprese di Forlì di ottenere vantaggi tangibili nelle proprie case, nei luoghi di lavoro, negli edifici pubblici e perfino in strada, grazie allo sviluppo di tecnologie per la videosorveglianza o la regolazione intelligente dei flussi di traffico” ha commentato Stefano Esposto, Regional Manager Emilia Romagna di Open Fiber. “Grazie alla convenzione siglata con il comune, saremo in grado di utilizzare oltre il 30% di infrastrutture esistenti per il cablaggio del territorio, mentre per gli scavi utilizzeremo tecniche innovative e poco invasive”.

BANDA ULTRA LARGA, FORLÌ ACCELERA CON L’INNOVAZIONE DI OPEN FIBER