Bari, il futuro del Sud Italia comincia da qui

04/10/2019


Bari, la città che si protende verso l’alba è sempre più smart. Dopo la cerimonia di chiusura dei lavori per la rete FTTH, che si è tenuta il 16 settembre, la città è cablata, accesa e pronta a connettersi. Adesso che i cavi sono stati posati e il manto stradale sistemato, è il momento di passare all’attivazione dei servizi. Connessione web fino a 10 volte più veloce per tutti i cittadini e non solo. Quando si viaggia su banda ultra larga è facile immaginare nuovi scenari e, soprattutto, metterli in pratica. L’Internet of Things interconnetterà le strutture del capoluogo pugliese per accendere la prima smart city del Sud Italia.

Servizi digitalizzati ed efficienti per scuole e ospedali, ma anche sensori interattivi di sicurezza e videosorveglianza, oltre che di gestione del traffico urbano e dei rifiuti. Bari sarà un faro di tecnologia per il Mezzogiorno, grazie alla sua rete di telecamere e semafori intelligenti, contatori smart, foto trappole e corpi illuminanti e progetti innovativi per la mobilità e il turismo.

Un’impresa notevole con numeri da capogiro: oltre 40 milioni di euro investiti per 2000 chilometri di fibra ottica posata in FTTH. Le unità immobiliari cablate dal 2016, quando i lavori sono iniziati, sono ben 147mila, raggiunte con il lavoro di circa 250 persone impegnate su 30 cantieri giornalieri. Ma la parte che preferiamo è sicuramente quella legata all’ecosostenibilità. 243 chilometri dell’opera sono stati realizzati utilizzando le infrastrutture già presenti, mentre i nuovi scavi sono stati limitati a 190 chilometri.



Nuovi obiettivi per gli sviluppi futuri

Sono in lista per il loro ingresso nel futuro il quartiere San Paolo, la zona industriale e il comune di Modugno, per una stima di altre 50mila unità cablate.

"Quello che stiamo realizzando”, ha dichiarato il nostro AD Elisabetta Ripa, “è una grande infrastruttura, una grande autostrada digitale che connetterà tutti, ma proprio tutti i nostri cittadini a un'infrastruttura a prova di futuro che abiliterà un set di servizi innovativi, dalla video sorveglianza alla telemedicina, tutto un mondo di applicazioni che sicuramente consentiranno al paese di fare un salto in avanti in termini di efficienza e di produttività"

Verso la Gigabit Society

In Open Fiber non abbiamo mai perso di vista gli obiettivi dell'Agenda Digitale 2020 per la banda ultra larga: portare la velocità di connessione ad almeno 100 Mbps per l'85% della popolazione entro il 2020. Il capoluogo pugliese è parte di questo progetto di riqualificazione digitale, come prima smart city del Sud Italia in grado di navigare a 1 Gbps.

E per il futuro andremo ancora oltre. Il nuovo target della Commissione Europea per il 2025 è la realizzazione di una vera e propria “Gigabit Society”. La nostra rete FTTH metterà tutti in condizione di utilizzare prodotti, servizi e applicazioni nel mercato unico digitale. Il nostro obiettivo è quello di garantire una velocità di trasferimento dati di 1 Gbps per le scuole, le imprese e i servizi pubblici. Vogliamo abbattere il digital divide per rendere il nostro Paese un corpo unico e interconnesso, dove le barriere vengono abbattute e tutti sono in grado di contribuire alla grande community globale. Dal Friuli-Venezia Giulia alla Puglia, passando per le verdi colline umbre, la rinascita del paese è già cominciata.

Bari si è risvegliata. Prossime tappe: Brindisi, Lecce, Taranto e Foggia.

 

 

*il contenuto multimediale è stato fornito da Ciaopeople Media Group